Please enable JS

Notizie

Drazefin - APPROVATO IL DECRETO RILANCIO

Notizie     14/05/2020    

APPROVATO IL DECRETO RILANCIO


E' stato approvato ieri sera il Decreto Rilancio da parte del Consiglio dei Ministri che prevede uno stanziamento di 155 miliardi di euro, di cui 55 miliardi di extra-deficit di Bilancio.

Riportiamo di seguito le principali misure decretate, suddividìse per settore di interesse:

 

MISURE PER LE IMPRESE

 

IRAP

Le imprese, con un volume di ricavi non superiore a 250 milioni di euro, e i lavoratori autonomi con un corrispondente volume di compensi, non sono tenuti al versamento del saldo dell’IRAP dovuta per il 2019, né della prima rata pari al 40% dell’acconto dell’IRAP dovuta per il 2020.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Contributo a fondo perduto per soggetti esercenti e attività di impresa, di lavoro autonomo e reddito agrario e titolari di partita IVA. Soggetti beneficiari con limite fatturato: 5 milioni di euro con scaglioni tra il 10% e il 20% della riduzione di fatturato sull’ammontare dei ricavi.

CREDITO D’IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE

Spetta a tutti i soggetti esercenti di attività e impresa, arte o professione, con ricavi non superiori ai 5 milioni di euro fino al 60% a patto che si dimostri una riduzione del fatturato. Non è cumulabile con il credito d’imposta della legge del 17 marzo.

RIDUZIONE DEGLI ONERI SULLE BOLLETTE ELETTERICHE

Per mesi di maggio, giugno, luglio la riduzione della spesa sostenuta per le utenze elettriche connesse in bassa tensione diverse dagli usi domestici (voce in bolletta: trasporto e gestione del contatore).

RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE AZIENDE MEDIE DIMENSIONI

Il Decreto Rilancio presenta una serie di misure finalizzate al rafforzamento patrimoniale di S.p.A., S.r.l. e società cooperative con ricavi superiori a 5 milioni di euro e fino a 50 milioni di euro, che hanno subito una riduzione dei ricavi a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Le misure si concretizzano in una detrazione d’imposta in capo ai soci persone fisiche (o una deduzione per i soci soggetti Ires) e nell’istituzione di un “Fondo Patrimonio PMI”, finalizzato a sottoscrivere strumenti finanziari partecipativi emessi dalle società.

RAFFORZAMENTO DELL’ECO-SISTEMA DELLE START-UP INNOVATIVE

Per l’anno 2020 destinati 10 milioni di euro di contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi specialistici. 200 milioni di euro per l’anno 2020 per sostenere gli investimenti nel capitale tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi e l’erogazione di finanziamenti agevolati, la sottoscrizione di strumenti convertibili o altri strumenti finanziari di debito. Rafforzamento della misura Smart & Start Italia anche con la conversione del prestito in capitalizzazione delle imprese per favorire l’ingresso di privati nel capitale sociale.

PATRIMONIO DESTINATO

Cassa Depositi e Prestiti è autorizzata a costituire un patrimonio destinato denominato “Patrimonio Rilancio” a cui sono apportati beni e rapporti giuridici dal Ministero dell’Economia e Finanze. Gli interventi che il Patrimonio farà sono destinati al sostegno e al rilancio economico per tutte le S.p.a. con un fatturato annuo superiore ai 50 milioni di euro con sede legale in Italia e non operante nel settore bancario, finanziario e assicurativo. Gli interventi si delineano in: prestiti obbligazionari convertibili e aumenti di capitale, interventi in ristrutturazioni in crisi ma con del potenziale.

INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN AUMENTI DI CAPITALE IN IMPRESE DANNEGGIATE DA EPIDEMIA COVID-19

Favorire gli investimenti in imprese italiane con fatturati compresi tra i 5 e i 50 milioni di euro, danneggiate dal Covid-19 con introduzione di incentivi fiscali temporanei per il 2020 pari al 30%.

FONDO PER IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO E ALTRE MISURE URGENTI PER LA DIFESA E IL SOSTEGNO DELL’INNOVAZIONE

Viene istituito il “Fondo per il Sostegno Tecnologico” con una dotazione di 500 milioni di euro per l’anno 2020 finalizzato alla promozione di iniziative e investimenti utili alla valorizzazione e all’utilizzo dei risultati della ricerca con particolare riferimento alle start-up e PMI innovative. Il Mise è autorizzato a intervenire attraverso la partecipazione indiretta in capitale di rischio e di debito. Interventi, criteri e modalità saranno definiti con Decreto attuativo. Tempistiche: entro 60 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Rilancio. Viene inoltre rafforzato l’ENEA con l’istituzione della fondazione ENEA TECH che ha una dotazione finanziaria di 12 milioni di euro per l’anno 2020. L’attività della Fondazione è Ricerca & Sviluppo e promozione in trasferimento tecnologico

AIUTI SOTTO FORMA DI SOVVENZIONI PER I PAGAMENTI DEI SALARI DEI DIPENDENTI PER EVITARE I LICENZIAMENTI

Gli aiuti sono destinati a evitare i licenziamenti durante la pandemia e sono destinati a imprese di determinati settori, o regioni, e determinate dimensioni. La sovvenzione viene concessa per un periodo non superiore ai 12 mesi e non deve superare l’80% della retribuzione lorda.

 

MISURE PER I LAVORATORI

 

CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA

Incrementata di ulteriori 5 settimane con l’aggiunta di 4 settimane dal 1° settembre.  

CONGEDI PER I DIPENDENTI

I dipendenti del settore privato potranno usufruire di un congedo parentale fino a 30 giorni con estensione di fruizione fino al 31 luglio 2020.

INDENNITA’ PER I DIPENDENTI

È aumentato il limite di acquisto di servizi baby-sitting da 600 a 1.200 euro e tale bonus potrà essere utilizzato in alternativa per centri estivi, servizi socio-educativi.

PERMESSI LEGGE 104

Sono state aggiunti altri 12 giorni per i permessi relativi alla 104 da usufruire nei mesi di maggio e giugno.

REDDITO DI EMERGENZA

Per i nuclei famigliari con ISEE inferiore a 15 mila euro e patrimonio mobiliare inferiore a 10 mila euro è previsto un reddito di emergenza tra i 400 e gli 800 euro erogati in due quote. La domanda è presentabile nel mese di giugno. Non compatibile con: titolari di pensione, percettori di reddito di cittadinanza.

NUOVE INDENNITA’ PER I LAVORATORI DANNEGGIATI DALL’EMERGENZA COVID-19

Chi ha ricevuto il bonus di 600 euro a marzo, riceverà il medesimo bonus nel mese di aprile. Ai liberi professionisti e titolari di partita IVA è riconosciuta un’indennità pari a 1.000 euro per il mese di maggio con dei vincoli. Non compatibile con: titolari di pensione, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

 

MISURE FISCALI

 

CREDITO D’IMPOSTA PER ADEGUAMENTO DEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Per: soggetti esercenti, l’attività di impresa, arti e professioni è riconosciuto un credito d’imposta pari al 60% per un massimo di 80 mila euro per spese sostenute nel 2020 per fare rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del Covid-19; per liberi professionisti e agli enti non commerciali, compreso il terzo settore, credito d’importa pari al 60% per un massimo di 60 mila euro per spese sostenute nel 2020. È cumulabile con altre agevolazioni.

INCENTIVI PER EFFICENTAMENTO ENERGETICO, SISMA BONUS, FOTOVOLTAICO E COLONNINE DI RICARICA DI VEICOLO ELETTRICI

Aliquota aumentata al 110% per le spese sostenuta dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, detrazione in 5 rate di pari importo

PROROGA DEI VERSAMENTI

I versamenti sospesi sono effettuati entro il 16 settembre 2020 in un’unica soluzione o fino a 4 rate mensili con il versamento della prima rata entro il 16 settembre. I versamenti sospesi sono quelli relativi a: ritenute, addizionali regionali e comunicali, IVA, contributi e premi assicurativi che sono stati sospesi per il mese di aprile e maggio.

 

MISURE PER SETTORI

 

TURISMO:

  • Tax credit vacanze: importo fino a 500 euro per nucleo famigliare.
  • Esenzione dell’imposta Imu per settore turistico scadenza alla data 16 giugno 2020.
  • Dotazioni specifiche per il sostegno al turismo, delle agenzie di viaggi e tour operator

CREDITO D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI PUBBLICITARI

Aliquota per investimenti in pubblicità passa dal 30 al 50% per l’anno 2020. Le spese sono per investimenti pubblicitari effettuati su giornali (anche online) emittenti televisive e radiofoniche. Dotazione finanziaria: 60 milioni.

AGRICOLTURA:

  • Fondo emergenziale a tutela delle filiere in crisi: fondo emergenziale a tutela delle filiere in crisi, dotazione 450 milioni di euro per il 2020 per interventi di ristoro per i danni subiti dal settore agricolo, pesca e acquacultura.
  • Contenimento produzione e miglioramento della qualità: per settore vitivinicolo, stanziati 100 milioni di euro
  • Mutui, consorzi di bonifica ed enti irrigui: le aziende agricole possono ottenere mutui da Cassa Depositi e Prestiti con rimborsi di 5 anni (decorrenza 2021), con un plafond da 500 milioni

MISURE A SOSTEGNO PER LE AREE DEL MEZZOGIORNO

  • Credito d’imposta ricerca e sviluppo per aree del mezzogiorno: aumento del credito d’imposta dal 12% al 25%/35%/45% in base alle dimensioni di impresa.
  • Sostegno al fabbisogno di circolante dei beneficiari di “resto al sud”: contributo a fondo perduto a copertura del fabbisogno del circolante pari a 15 mila euro per lavoro autonomo in forma individuale, da 10 mila a 40 mila euro per ogni impresa.