Please enable JS

Notizie

Drazefin - FONDO PERDUTO RIFINANZIATO CON ALTRI 500 MILIONI

Notizie     23/10/2020    

FONDO PERDUTO RIFINANZIATO CON ALTRI 500 MILIONI


Per le istanze, non ancora pagate, dei contributi a fondo perduto arrivano 500 mln dal bonus vacanze. Uno spostamento tra capitoli di bilancio è la strada individuata dal Ministero dell'Economia per soddisfare le richieste pervenute, nei termini all'Agenzia delle entrate, per i contributi a fondo perduto. Richieste che hanno superato di circa 400 mln lo stanziamento iniziale, da 6,1 mld iniziali a 6,5. Al contrario, per il bonus vacanze dalla disamina delle richieste e dell'utilizzo del bonus resterebbero dei soldi. È questa la fotografia scattata dallo schema di decreto del Ministro dell'economia e delle finanze recante compensazione di interventi fiscali per l'anno 2020 in relazione al bonus vacanze e al contributo a fondo perduto, all'esame delle commissioni bilancio di Camera e Senato.

La riassegnazione di risorse non spese in altri capitoli è prevista dallo stesso decreto Rilancio che ha approvato le due forme di aiuto, agli articoli 25 per il contributo a fondo perduto e 176 per il bonus vacanze. Dal monitoraggio effettuato dal ministero dell'economia è emerso che per il contributo a fondo perduto le istanze pervenute hanno superato nel loro ammontare lo stanziamento iniziale.

L'articolo 25 aveva stimato un plafond da 6,1 mld di euro, per una platea di possibili beneficiari pari a 2,6 mln di partite Iva (tra persone fisiche e società) mentre l'articolo 176 aveva preventivato oltre 5,1 mln di domande possibili. Al contrario a settembre, dai dati forniti dal ministero sul bonus vacanze le richieste si sono fermate a 1,5 mln.

Dal ricalcolo delle stime prudenziali, dunque, nel decreto si è stabilito di riassegnerà 500 mln di euro ai contributi a fondo perduto.

Si ricorda che il contributo a fondo perduto riconosceva un ristoro parametrato alle dimensioni della società e in riferimento al calo del fatturato del 33% del mese di aprile 2020, rispetto ad aprile 2019.

 

Fonte: Italia Oggi e Il Sole 24 Ore