Please enable JS

Notizie

Drazefin - RIFINANZIAMENTO NUOVA SABATINI

Notizie     01/07/2021    

RIFINANZIAMENTO NUOVA SABATINI


Nuova Sabatini, arriva l’ufficialità sul rifinanziamento dell’agevolazione. Il 30 giugno 2021 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Lavoro e Imprese e, tra le novità, la riunione di Governo ha dato il via libera allo stanziamento di ulteriori 600 milioni di euro per la misura a sostegno degli investimenti delle PMI utili ad acquistare o ad acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, ma anche software e tecnologie digitali.

Accanto alle nuove risorse, il DL n. 99/2021 prevede anche una semplificazione delle procedure di accesso al contributo: l’erogazione del contributo in un’unica soluzione, valida per le domande dal 1° gennaio 2021, viene applicata anche alle restanti quote delle richieste inoltrate prima di quest’anno.

La Nuova Sabatini, l’agevolazione destinata a sostenere le PMI per acquistare o acquisire in leasing beni strumentali, viene gestita dal Ministero dello Sviluppo Economico.

La strada di accesso ai contributi della Nuova Sabatini, quindi, dovrebbe tornare presto percorribile: con il DL n. 99/2021, infatti, sono state stanziate nuove risorse per “assicurare continuità alle misure di sostegno agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese”.

Ma il rifinanziamento non è l’unica novità: i fondi in arrivo, infatti, serviranno anche a mettere in pratica la semplificazione prevista dallo stesso testo.

Si applicherà la nuova modalità di erogazione del contributo della Nuova Sabatini in un’unica soluzione anche alle quote restanti delle domande antecedenti al 1° gennaio 2021.

Da quest’anno il MISE corrisponde gli importi che spettano alle PMI in un’unica tranche, anche per i finanziamenti di importo superiore a 200.000 euro. Con le ultime novità approvate, la regola si applicherà anche alle vecchie richieste: le imprese che hanno, pertanto, già ricevuto almeno la prima quota di contributo riceveranno, secondo criteri cronologici e nei limiti delle risorse autorizzate, le successive quote di contributo a cui hanno diritto in un’unica soluzione, anche se non espressamente richieste dalle PMI beneficiarie, a patto che le verifiche amministrative propedeutiche al pagamento diano esito positivo.

Dal punto di vista operativo, invece, per l’eventuale riapertura dello sportello per la presentazione della domanda si attendono istruzioni dal MISE.