Please enable JS

Notizie

Notizie     10/09/2018    

Credito d'imposta (Ricerca & Sviluppo)


CHE COS’È
Agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta, per le imprese che svolgono attività di Ricerca e Sviluppo. Il credito d’imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi.


A CHI È RIVOLTO
Tutte le imprese (comprese le start-up), indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo, a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31.12.2014 e fino a quello in corso al 31.12.2020.


IMPORTI
50% per tutte le voci di spesa incrementali rispetto al triennio 2012-2014 (sempre che l’azienda abbia svolto attività di R&S nel triennio citato, diversamente la media è uguale a zero). Il credito d’imposta è utilizzabile a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello a cui i costi sono stati sostenuti ed esclusivamente in compensazione ai sensi dell’art.17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.241 e successive modificazioni.


SPESE AMMISSIBILI
Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale volti alla realizzazione di nuovi prodotti/servizi e processi o a significativi miglioramenti di quelli già esistenti; le voci di spesa ammissibili sono relative a:

  • PERSONALE (dipendenti con ogni forma d’assunzione, amministratori)
  • MACCHINARI/ATTREZZATURE (quote di ammortamento/leasing)
  • CONSULENZE ESTERNE (contatti di ricerca con università, centri di ricerca, altre imprese - comprese start-up innovative – professionisti)
  • PRIVATIVE INDUSTRIALI

COME
Beneficio automatico – compensabile tramite F24 – con obbligo di presentazione della documentazione contabile certificata.


DURATA
Normativa attiva fino al 2020 compreso.