Please enable JS

Notizie

Drazefin - GLI INVESTIMENTI IN FINANZA STRAORDINARIA

Notizie     01/03/2019    

GLI INVESTIMENTI IN FINANZA STRAORDINARIA


Quali sono i principali strumenti di crescita di cui possono beneficiare le imprese e le start-up

 

La finanza straordinaria ha al suo interno diversi e molteplici strumenti di investimento di cui le imprese italiane, insieme alle start-up innovative, possono beneficiare per crescere e per posizionarsi solidamente sul mercato. Vediamo insieme quali sono gli strumenti principali:

I Private Equity sono fondi chiusi che investono in capitale di rischio in un'ottica di medio periodo; sono investitori istituzionali che seguono per alcuni anni la vita delle imprese in cui investono, sia con un supporto finanziario, sia con contributi manageriali e di intervento sulla corporate governance. L'obiettivo dei fondi è di uscire dal capitale, dopo un timinig concordato, con una plusvalenza. I private equity sono investitori finanziari ma, a differenza di altri fondi di investimento, prendono attivamente parte alla gestione.

I Minibond sono obbligazioni o titoli di debito a medio-lungo termine emessi da piccole e medie imprese (PMI) non quotate, destinate a piani di sviluppo, a operazioni di investimento straordinarie o di refinancing. Permettono alle PMI di aprirsi al mercato dei capitali, riducendo la dipendenza dal credito bancario.

Il Private Debt è il finanziamento da parte di fondi di credito di operazioni (principalmente di leveraged buyout) in cui l’azionista è un fondo di private equity; il finanziamento può avvenire o tramite direct lending, inteso come finanziamento da parte di fondi di credito di aziende, principalmente di piccole-medie dimensioni, al fine di supportarne la crescita (interna o per acquisizioni) o tramite venture debt, inteso come finanziamento da parte di fondi di credito di micro-imprese, incluse le start up.

Il Venture Capital è una forma di investimento di medio-lungo termine in imprese non quotate ad alto potenziale di sviluppo e crescita che si trovano nella fase di start up, effettuata prevalentemente da investitori istituzionali con l'obiettivo di ottenere un consistente guadagno in conto capitale dalla vendita della partecipazione acquisita o dalla quotazione in borsa.
L'attività di venture capital non comporta unicamente l'apporto di capitale di rischio, ma riguarda anche una serie di attività connesse e strumentali alla realizzazione dell'idea imprenditoriale; fondamentale è l’apporto professionale dello stesso investitore nell’attività della società, di fatto questi partecipa alle decisioni strategiche dell’impresa apportando le proprie conoscenze ed esperienze professionali lasciando all’imprenditore e al management la gestione operativa.

Il Peer-to-Peer Lending (P2P Lending) è un prestito personale erogato da privati ad altri privati su Internet. Ha luogo sui siti di aziende di social lending, senza passare quindi attraverso i canali tradizionali rappresentati da società finanziarie e banche. Questo sistema mette in relazione soggetti interessati a prestare denaro (“prestatori”) con altri (non solo individui, ma anche aziende) che necessitano di risorse finanziarie (“richiedenti”). L’incontro tra domanda e offerta avviene sul web, su piattaforme digitali denominate Marketplaces, attraverso l’intervento di un operatore professionale.

Il Crowdfunding è un modo di raccogliere denaro per finanziare progetti e imprese. Esso consente ai fundraiser di raccogliere denaro da un gran numero di persone attraverso piattaforme online. Il crowdfunding è usato per lo più da start-up o da imprese in espansione quale modalità di accesso a finanziamenti alternativi: questo strumento innovativo permette di reperire finanziamenti per nuovi progetti, attività imprenditoriali o idee, inoltre può offrire accesso a un gran numero di persone che possono essere interessate non solo al progetto specifico, ma anche all’impresa stessa.

Il Business Angel, o investitore informale in capitale di rischio, è una persona fisica che decide di finanziare una startup portando, oltre al capitale, la propria esperienza, conoscenze e contatti. Il business angel, a differenza dei fondi di investimento, investe risorse proprie e spesso la sua motivazione non è esclusivamente finanziaria.