Please enable JS

Notizie

Drazefin - PROSSIMA APERTURA BANDO “FASHIONTECH”

Notizie     21/03/2019    

PROSSIMA APERTURA BANDO “FASHIONTECH”


Promosso dalla Regione Lombardia, il Bando sosterrà progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati a sostenere l’innovazione del settore “Tessile, Moda e Accessorio” secondo il principio di sostenibilità

 

Strumento di finanza agevolata:

"Fashiontech - progetti di ricerca e sviluppo per la moda sostenibile"

Finalità:

Il bando, di prossima pubblicazione, è promosso dalla Regione Lombardia ed è atto a finanziare - nell'ambito del POR FESR 2014-2020 - progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzati a sostenere l’innovazione del settore “Tessile, Moda e Accessorio” secondo il principio di sostenibilità.

La sostenibilità coinvolge tutti i passaggi dal design, alla scelta dei materiali, alla produzione ed alla distribuzione dei prodotti, con l’effetto di rispettare il più possibile l’ambiente.

Soggetti beneficiari:

In base alle prime anticipazioni, potranno accedere al bando i partenariati composti da minimo tre imprese, di cui almeno due PMI, fino ad un massimo di sei soggetti; al partenariato potranno aderire anche gli organismi di ricerca e le università.

Sono escluse:

  • le imprese in difficoltà, ai sensi dell’art. 2 punto 18 del Reg. 651/2014 e ss.mm.ii.
  • le imprese operanti nei settori esclusi di cui all’art. 1 par. 3 del Reg. 651/2014 e ss.mm.ii.

Interventi ammissibili:

Il bando finanzierà progetti di R&S nel settore “Tessile, Moda e Accessorio” con impatto sulle aree individuate della “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione (S3)” approvata con D.G.R. n. X/1051 del 5 dicembre 2013 e in ultimo aggiornata con DGR n. 7450/2017. I progetti dovranno avere impatto specifico sul settore con particolare riferimento alla sostenibilità tecnologica/produttiva.

Incentivi

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto - fino al 40% delle spese ammissibili - a fronte di un investimento minimo di un milione di euro. Il contributo massimo erogabile è fissato a 1,6 milioni di euro. Le risorse disponibili, invece, ammontano a 10 milioni di euro.