In data 30/09/2021 la Commissione Europea ha inviato agli Stati Membri una proposta per prolungare fino al 30/06/2022 la validità degli aiuti di stato in regime Temporary Framework; la proroga garantirebbe che le imprese ancora colpite dalla crisi non rimangano improvvisamente prive del sostegno necessario, ma piuttosto consentirebbe una riduzione graduale di tale sostegno. Lo scopo è quello, infatti, quello di ridurre progressivamente le misure di sostegno alla crisi; pertanto, il nuovo scopo del TF sarà quello di consentire misure di sostegno ad investimenti e liquidità (anche se per una durata limitata) per attirare gli investimenti privati in fase di ripartenza, nello specifico:

– misure a supporto degli investimenti verso una ripresa sostenibile, rivolte ad un ampio gruppo di beneficiari e di dimensioni limitate;

– misure di sostegno alla solvibilità per mobilitare fondi privati e investimenti nelle imprese, in particolare PMI e MidCap, che tipicamente si affidano al finanziamento bancario e che potrebbero essere ancora più indebitate dopo la crisi. Queste misure dovrebbero garantire alle imprese un accesso a finanziamenti azionari, attraverso intermediari privati.

Gli Stati Membri sono ora invitati ad esprimere la propria opinione sulla proposta della Commissione Europea, che prenderà la decisione finale sulla via da seguire, tenendo conto dei riscontri ricevuti.

Share this post